MADRE E OSSA

Note di Produzione

 autore della storia originale
Danielle Girard
coordinata da
Maria Venturi

regia
Alessandro Capone

Sceneggiatura
Alessandro Capone
Luca D'Alisera  

Inizio riprese
Dicembre 2001

Cast
da definire

Location
   Italia / Francia    
         
Lingua
Italiano - Francese

 

 

 

 


                                        

La Storia

Danielle, 47 anni, parigina è una donna ricoverata in una clinica privata dopo il terzo tentativo di suicidio.

Autocondannatasi a un silenzio inviolabile, chiusa in un mondo senza più reazioni, bisogni, futuro, viene convinta dalla giovane psichiatra che l’ ha in cura e che non vuole rassegnarsi a perderla, a tentare almeno di mettere per iscritto alcuni pensieri.

Tanto basta perché la giovane dottoressa abbia la prima fulminante intuizione: Danielle si identifica totalmente nel ruolo di madre, e la figlia Sophie è una figura invasiva della sua realtà.

Con estrema fatica, ma in modo sempre meno sconnesso, la donna riesce a trovare le parole per spiegare e capire le radici del suo disagio, del suo “male di vivere”, del suo desiderio di morte: l’infanzia isolata e difficile, un matrimonio affrettato e una gravidanza subita e non consapevolmente scelta. Come in una discesa agli inferi, Danielle rievoca il suo percorso di madre “fallita” ricostruendo a ritroso il suo rapporto con la figlia fino ad un terribile episodio dell’infanzia di Sophie.

Madre e Ossa è la storia vera di un devastante rapporto madre-figlia in cui si sfida il tabù’ dell’amore materno obbligatorio.